Test Audio Online per HiFi e Car Audio

Una serie di segnali prova per individuare problematiche o curiosità dei vostri impianti audio.

Segnali sinusoidali e Sweep audio per Test su amplificatori e diffusori.

Bisogna assolutamente sottolineare che -sopratutto ad alte frequenze- un test "via internet" e magari DAC di telefonino risulta poco significativo.

******************

 

Test Audio: segnale a 20 Hz : Attenzione, regola bene il volume dell'amplificatore.

In questo episodio i 20 Hertz : probabilmente la frequenza più bassa che l'orecchio umano possa ascoltare distintamente.

Test Impianto Audio: segnale a 30 Hz, una frequenza molto bassa.Attenzione al volume amplificatore.

Un segnale di test a 30 Hz. Ancora una frequenza estremamente bassa e difficile da riprodurre con diffusori standard. Solo i sistemi più grandi cominceranno a riprodurre ed emettere in ambiente questa frequenza ad un volume apprezzabile.

Il suono dei 50 Hz . Oltre ad essere un segnale di prova si tratta del classico suono del ronzio!

Il segnale di prova a 50 Hz è rilevante anche perchè si trattta della stessa frequenza che ha la fornitura di corrente elettrica a 220 volt dei nostri appartamenti! Non è un caso che quello che sentite dagli altoparlanti assomiglia moltissimo al classico RONZIO presente in alcune situazioni ! (il ronzio è spesso accompagnato dalle sue fastidiose armoniche superiori)

Come testare i vostri woofers in casa, in auto, all'aperto?Usa questi segnali di test: ecco un 85 Hz.

Un segnale di prova per basse frequenze a 85 hertz: verifica la risposta dei tuoi diffusori ma anche del tuo ambiente di ascolto. Potrebbero verificarsi problematiche relativamente ai Nodi e Modi di risonanza ambientale: spostati lungo la stanza per apprezzare cali o esaltazioni di volume percepito.

La frequenza classica quando si parla di basse frequenze: Leggi la descrizione !

Ecco uno dei segnali prova più utilizzati: i 100 Hz. Attenzione a non confondere la frequenza pura con i rumori vari prodotti da distorsioni meccaniche o elettriche sopratutto a volumi elevati. Altro problema: i 100 Hz sono il multiplo dei 50 Hz tipici della corretnte elettrica a 220 v Europea. Non confonderti quindi con il rumore di Ronzio di un impianto male schermato. Altri segnali test sul canale de IlMicrofono.

Frequenze medio basse: un test con una sinusoide a 200 Hertz per test verifica problemi su diffusori

Testare gli altoparlanti con varie frequenze diverse permette di scoprire tante cose: dal problema alla membrana o alla bobina del woofer alla vibrazione delpiedino o della rete parapolvere. Ti permetterà inoltre di scoprire risonanze nel tuo ambiente di ascolto: un mobile, un vetro, una suppellettile... Potrai anche scoprire le problematiche relative ai modi e nodi di risonanza per i quali ci sono appositi video e test proprio sul canale Youtube.

Nodi e Modi di risonanza ambientale: spostati lungo la stanza per apprezzare cali o esaltazioni di volume percepito.

Medie frequenze: un suono a 500 Hz per testare diffusori e casse acustiche.

Attenzione a non confondere rumori meccanici o distorsioni armoniche con il vero suono dei 500 Hertz (sopratutto a volume alto)

Classico suono di prova a 1000 Hz. Il segnale test più usato nei test.

Il segnale sinusoidale a 1000 Hertz è il classico segnale di prova. Lo si può ascoltare anche nei segnali orari, come fondo audio del monoscopio in Tv, come suono per il conto alla rovescia... Molto utilizzato dai costruttori audio per i loro test non sempre super oggettivi...

Siamo a 2000 hertz, sempre in piena zona delle medie frequenze.

Siamo sempre in piena zona delle medie frequenze, spesso molto critiche e fastidiose se troppo in evidenza

5000 Hz Una frequenza medio-alta per test audio.

Siamo a 5000 hz ed i segnali test continuano a salire di frequenza. All'ascolto possono essere fastidiosi, molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (non esagerare....)

Attenzione al Volume dell' amplificatore: Segnale prova a 7000 Hz.

Siamo a 7000 hz ed i segnali test continuano a salire di frequenza. All'ascolto possono essere fastidiosi, molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (non esagerare....)

Fatidica soglia dei 10000 Hz: segnale test sinusoidale.Attenzione al volume!

Siamo a 10000 hz ed i segnali test continuano a salire di frequenza. All'ascolto possono essere fastidiosi, molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (non esagerare....)

Test Udito o Test Impianto Audio? Un segnale a 12000 Hertz per verificare tweeter e timpani.

Un segnale prova a 12.000 hertz. Oltre a testare i vostri tweeter questi segnali prova possono darvi qualche indicazione sul calo fisiologico della capacità uditiva dovuto all'età. Attenzione però: Siamo a 12.0000 hz ed i segnali test continuano a salire di frequenza. All'ascolto possono essere fastidiosi, molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (non esagerare....)

Segnale test a 14.000 Hertz: Riuscite a sentirle in modo non distorto? Complimenti!

Un segnale prova a 14.000 hertz. Oltre a testare i vostri tweeter questi segnali prova possono darvi qualche indicazione sul calo fisiologico della capacità uditiva dovuto all'età. Attenzione però: Siamo a 14.0000 hz ed i segnali test continuano a salire di frequenza. All'ascolto possono essere fastidiosi, molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (non esagerare....) Bisogna inoltre sottolineare che a queste frequenze un test "via internet" e magari DAC di telefonino risulta poco significativo.

Non continuare ad alzare il volume! Siamo a 18000Hz, è probabile che non si senta nulla.

Siamo a 18.0000 hz ed i segnali test continuano a salire di frequenza. E' molto probabile che il medium che ti trasporta il segnale test rovini il segnale stesso Potresti ascoltare qualcosa ma fai attenzione: molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (attenzione a non bruciare i tweeter però!). Se invece distingui bene i 18.000 Hertz complimenti : sei Batman !!

*** Bisogna inoltre sottolineare che a queste frequenze un test "via internet" e magari DAC di telefonino risulta poco significativo.

Soglia Udibilità Umana a 20.000 Hertz: segnale prova per Batman!

Siamo a 20.0000 hz ed abbiamo raggiunto la presunta soglia dell'udito umano. Non sorprenderti se non senti nulla... Tra l'altro è molto probabile che il medium che ti trasporta il segnale test rovini il segnale stesso. Potresti ascoltare qualcosa ma fai attenzione: molto spesso quello he si ascolta non è la sola frequenza indicata ma si percepiscono anche distorsioni più o meno evidenti. Sono prodotte sia dalle elettroniche (a partire dal telefonino) sia dai diffusori stessi. Per sincerarsene è possibile alzare ed abbassare il volume di riproduzione valutando se il suono resta uguale o intervengono variazioni: appunto le distorsioni più evidenti. (attenzione a non bruciare i tweeter però!). Se invece distingui bene i 20.000 Hertz complimenti : sei Batman !! ***** Bisogna inoltre sottolineare che a queste frequenze un test "via internet" e magari DAC di telefonino risulta poco significativo.

Domenica Lunedi martedì mercoledì giovedi Venerdì Sabato gennaio febbraio marzo aprile Può giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre